MESSAGGI DI PADRE PIO

1° MESSAGGIO DI PADRE PIO

“Quando ricevetti il sacro Dono delle stigmate, non ero consapevole del fatto che il Padre mi aveva scelto per percorrere con Lui il resto del cammino della mia vita.

Lo accettai con sofferenza, ma anche con la consapevolezza che, se Lui mi accompagnava nel percorso, le mie pur grandi sofferenze sarebbero state rese più lievi dalla Sua Grazia Divina.

Tante furono le prove che dovetti sopportare in nome del Signore, ma le accettai con l’animo sereno, consapevole del fatto che ero solo un umile mezzo della Sua Volontà trasformatrice.

Tra i vari compiti che dovetti affrontare nel corso della mia vita, come quello di servire gli afflitti, gli umili ed i poveri, ci fu quello di contattare la Sua Volontà attraverso delle voci che provenivano dalla Sua Grandezza divina e mi comunicavano alcuni aspetti sia della mia esistenza terrena di allora, cioè del tempo in cui ero inserito nella materia attraverso la mia Essenza, che delle rivelazioni circa il futuro dell’umanità.

Le accoglievo con umiltà e con il cuore gonfio di angoscia, perché rivelavano avvenimenti ancora sconosciuti alla maggior parte dei viventi del tempo e che, in qualità di Frate Cappuccino, non dovevo rivelare nel timore che i segreti in esse contenuti andassero a scontrarsi con le leggi della Chiesa, che pure umilmente servivo.

Grande era la lotta che si produceva nel mio cuore quando ero spinto dal desiderio di rivelare questi segreti ma, nello stesso tempo, me lo impedivano le regole che avevo accettato entrando nell’Ordine di cui ero appunto un umile servo di Dio.

Ho trascorso molto tempo curvo sui miei appunti, coperto da un mantello marrone, in silenzio, a scrivere quello che il Padre mi dettava e che non avrei mai potuto rivelare ai miei contemporanei.

Il tempo nel quale vi trovate immersi è destinato a vedere maggiori libertà anche in questo campo ed avviene per voi l’esatto contrario, nel senso che la mole di informazioni che vengono riversate nelle vostre menti è tanto grande da creare caos e confusione anche nei vostri cuori.

Il tempo che vivete è destinato ad assistere a grandi cambiamenti energetici, sconvolgimenti e guerre che recheranno dolore e sofferenza, ma poi la pace regnerà ed i cuori si rallegreranno nella Luce del Signore.

Sopportate queste sofferenze causate dai mutamenti improvvisi che si produrranno sul vostro Pianeta con la consapevolezza che ciò è voluto dai Piani Superiori e che l’Amore di tutti Noi che seguiamo il vostro percorso è grande.

Io mi trovo adesso in una dimensione nella quale grande è la Pace: tutte le sofferenze che il mio corpo fisico dovette sopportare sono ormai lontane ed hanno lasciato il posto alla serenità e alla gioia di chi si è ricongiunto alla Luce e nella Luce vive in eterno.

Sono vicino a tutti voi, che lottate per diffondere la Verità e, se pure in tempi diversi, dovete sopportare ostacoli e difficoltà.

Mio fratello Prezz si trova adesso ad affrontare grandi ostacoli, ma tutto sarà realizzato secondo la Volontà del Padre.

Sappi che siamo vicini anche a te, che fai umilmente da tramite alla nostra e sua volontà e vivi con il cuore angosciato questo momento, e seguiamo con amore la tua piccola-grande opera sul Pianeta agonizzante”.

Con infinito Amore,

Padre Pio, che vi ama tutti.

2° MESSAGGIO DI PADRE PIO

“Mi trovavo sotto la croce su cui è raffigurato Gesù e pregavo con fervore, nella chiesetta in cui avevo trascorso tanto tempo e in cui mi rifugiavo quando volevo chiedere aiuto al Padre perché mi sorreggesse nell’opera che ero destinato a svolgere in quella vita terrena.

Improvvisamente dal crocifisso, mentre lo osservavo e lo pregavo con infinito amore, iniziò a diffondersi un raggio di luce dorata, che poi si espanse e mi colpì con violenza nel petto, lasciandomi quasi senza fiato per l’emozione e la gioia.

Poco tempo dopo, vidi comparire sulle mie mani e sul costato le stesse piaghe che erano apparse sul corpo di Gesù durante la crocefissione.

Accettai anche quel dono con umiltà e gioia, perché ero consapevole del fatto che si trattava di una manifestazione che il Padre aveva voluto inviarmi per rendermi consapevole del fatto che ero stato scelto da Lui per portare in Terra il Suo messaggio di Amore per i poveri di spirito, e per tutte le creature.

Tenni anche questo dono nel segreto, nel timore che potesse recarmi ulteriori problemi alla mia già difficile esistenza materiale, ma poi non fu possibile tenere ciò nascosto, perché i fratelli che mi erano vicini ne vennero a conoscenza e dovetti sopportare le accuse e le ingiurie di chi mi considerava un impostore, che voleva attribuirsi queste facoltà per esaltare il suo ego, mentre nella realtà ben diverso era il mio reale compito, ma di questo erano a conoscenza solo i puri di cuore e chi mi era vicino con affetto e devozione.

Trascorsi molti anni con questo fardello, che contemporaneamente era un dono dello spirito, anche se creava gravi sofferenze nel mio corpo debole ed afflitto da varie malattie, che però sopportavo con la certezza che il Padre non mi aveva abbandonato e che questa era la mia umile missione sulla Terra.

La mia personalità è stata spesso fraintesa ed oltraggiata; solo dopo tanto tempo anche la Chiesa, che pure avevo sempre servito con devozione, ha riconosciuto la mia opera e le ha attribuito il reale significato che da sempre molti già conoscevano, anche se andava a scontrarsi con le regole obsolete stabilite dal potere terreno del tempo.

Presto, queste falsità su cui si basa la Chiesa verranno a cadere, e vedrete i vostri spiriti ricongiungersi con la Luce del Creatore, senza gli inutili intermediari che sono stati creati solo per conferire potere materiale e facoltà di condizionare le menti dei più deboli.

Avrete un CONTATTO DIRETTO con la Divinità, sarete capaci di un dialogo DA CUORE A CUORE, privo di inutili intermediari che alterano la vera essenza della spiritualità.

Attendo anch’io quel giorno nel quale vedrò crollare le mura dei Farisei e, insieme alla Madre Divina, potrò accogliere l’alba di un nuovo giorno dello spirito, che invierà la sua luce dorata su di voi”.

Con Amore,

Padre Pio

(msg a Let)

This entry was posted in CHANNELLING EVOLUTIVO, MESSAGGI DI LUCE DAL COSMO. Bookmark the permalink.

Comments are closed.